giovedì 21 novembre 2019

La Valdichiana al tempo del Prof. Ezio Marchi


BETTOLLE - SINALUNGA (SI)

Venerdi' 30 Maggio - Lunedì 2 Giugno Parco Casa del Popolo - MOSTRA DOCUMENTALE:“LA VAL DI CHIANA AL TEMPO DEL PROF. EZIO MARCHI"a cura di:CENTRO CULTURALE“GENS VALIA” - VALIANO (SI) http//:www.gensvalia.itInfo@gensvalia.it 

I ricercatori del Centro Culturale “ Gens Valia”, vogliono onorare la memoria storica dell’esimio Prof.Ezio Marchi nel suo centesimo anniversario, con una mostra documentale della zona di origine dove è nata la razza Chianina cioè la Val di Chiana.All’interno della mostra “La Val di Chiana al tempo del Prof. Ezio Marchi” sono esposte alcune cartofotografie che rappresentano la bonifica della Valle nel periodo contemporaneo alla vita di Ezio Marchi cioè dal 1869 al 1908 e immagini di vita dedicate alla Famiglia patriarcale e alle Chianine.Un periodo molto fecondo per la Val di Chiana di quell’epoca in cui possiamo notare come le residue “colmate” erano pressoché ultimate sotto la Direzione degli Ingegneri Capi dell’Uffico del Genio Civile di Arezzo, la realizzazione degli Allaccianti di Sinistra e di Destra progettati dall’ingegner Alessandro Manetti funzionavano egregiamente drenando le acque dei torrenti Salarco, Foenna, Esse di Foiano, Reglie Cortonesi ed Esse-Mucchia facendole confluire a Ponte a Cesa dove la pendenza del Canale Maestro della Chiana era capace di trasportarle sino al fiume Arno. Ai margini, ed in alcuni casi all’interno dei territori bonificati, furono poi realizzate due importanti e strategiche linee ferroviarie, la Siena-Chiusi e la Chiusi-Arezzo che li lanciarono verso l’Europa le produzioni dell’economia agraria e zootecnica della Valle. Le terre bonificate intanto progredivano anno per anno e così aumentavano anche le leopoldine che venivano costruite sui nuovi acquisti, dentro di queste, crescevano le Famiglie dei contadini e all’interno delle stalle anche il numero dei capi bovini aumentò esponenzialmente fino ad attestarsi sul rapporto di un capo chianino per ogni ettaro di terreno risanato e ricordo che gli ettari di terreno bonificato nella valle raggiunsero quota 12.000.Il Prof. Ezio Marchi, unendo la passione alla profonda conoscenza scientifica, trovando la “Valle del Gigante Bianco” nel suo vigore agrario e zootecnico, riuscì nel suo ambizioso progetto di selezionare il gene dell’attuale magnificente razza Chianina e ancora oggi possiamo considerarlo il suo vero Padre.

Insieme all'Amministrazione Comunale partecipiamo all'organizzazione della "Fiera di Santa Caterina"...

GET IN TOUCH

Amici della Chianina
Via G. Di Vittorio
333 7287320
E-mail: info@amicidellachianina.it

GALLERY

Scroll to top